Sentiero 335 - Sorgente del Mulo - Tre Confini - Sotto il Monte

Luogo di ritrovo Piazza Falconi (punti di interesse Palazzo Baronale, Museo della Civiltà Contadina e dei Vecchi Mestieri, Bertesca) scendendo lungo Via Santa Maria di Loreto si svolta a destra angolo Via Sangro prendendo il sentiero 335, che nella sua prima parte coincide con l’antico Tratturello che collegava Castel del Giudice, Capracotta, Sprondasino.


Il sentiero, passando nei pressi di un’azienda di allevamento di ovini, segue un percorso ben segnato fino alla Sorgente del Mulo dalla quale, passando attraverso prati falciati, si giunge alla strada carrareccia che coincide in parte con il sentiero 314. Appena dopo questo incrocio il 335 si dirama nel sentiero 335A che conduce all’Acqua Zolfa. Questa sorgente, ancora oggi perfettamente produttiva, già nota da tempi remoti, veniva sfruttata all’inizio del secolo scorso dai clienti dell’Albergo Quisisana di Capracotta per la cura di malattie della pelle.


Nel proseguire il 335 si raggiungono gli imponenti resti della Masseria di Maone, che ci ricorda di come queste contrade fossero una volta frequentare da innumerevoli persone dedite all'allevamento del bestiame.


Continuando il sentiero in salita si attraversano aree ricche di ginepri, di cespugli di Rosa Canina ed di resti di una florida civiltà agropastorale, fino a si giungere in località Tre Confini.


Nel continuare il percorso si raggiunge una stradina al servizio dell’impianto eolico di San Pietro Avellana, seguendola si arriva alla Strada Provinciale e svoltando a sinistra, dopo aver superato la Fonte Sotto il Monte si prosegue verso la lapide dei Fratelli Fiadino e poi verso Capracotta.

 

capracottatracking.com | capracottatrekking.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per permettere una navigazione in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.