LAPIDE A RICORDO DEI FRATELLI FIADINO

Nei giorni dopo l’Armistizio dell’8 settembre 1943 innumerevoli prigionieri di guerra alleati, fuggiti approfittando della confusione dal campo di concentramento di “Fonte d’Amore” di Sulmona, vagavano per la campagna abruzzese e molisana.

Alcuni di loro arrivarono fino a Capracotta dove vennero aiutati dai fratelli Fiadino. Una spia comunicó la notizia ai Tedeschi che arrestarono e condannarono a morte i tre fratelli. Mentre venivano trasferiti a Capracotta, Alberto, uno dei tre, saltò giù dalla camionetta e riuscì a fuggire. Gasperino e Rodolfo, invece, furono portati in località “sotto il monte” e fucilati.

A Capracotta esiste una lapide che ricorda l’eroismo dei fratelli Fiadino. Si trova proprio nel luogo dell’esecuzione. 

Scarica il pdf del 70° Annivesario della distruzione di Capracotta (8Mb)

 

 


capracottatracking.com | capracottatrekking.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per permettere una navigazione in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.